Tag: mondo

Culture Italian World News

La fine del mondo

Viviamo in un’epoca molto attratta dalla visione apocalittica del futuro. Forse pensiamo di meritarci l’Apocalisse. Ad ogni modo, la convinzione che stiamo per fare una brutta fine cresce e s’allarga, creando spazi per improbabili fenomeni “biblici”, come la scelta di prendere le nostre verità “dalla bocca de’ fanciulli e de’ lattanti… per ridurre al silenzio l’avversario” (Salmi 8:2). Ciò da quando non vogliamo più fidarci dei climatologi che, come i virologi della Pandemia, si sono forse un po’ sovraesposti… Read More in Corriere Canadese >>> 

Canada Health & Medicine Italian News Updates

Il professor Gianluigi Bisleri
relatore ufficiale della Giornata
della Ricerca Italiana nel Mondo

TORONTO – Il dottor Gianluigi Bisleri (nella foto), italiano, chirurgo cardiovascolare presso il St. Michael’s Hospital e Professore Associato presso la Divisione di Cardiochirurgia dell’Università di Toronto, sarà il relatore ufficiale della quarta edizione della Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo, in programma giovedì 15 aprile alle ore 4pm (EDT). (more…)

Interviews Italian

Una poesia in tutte le lingue
per abbracciare il mondo

Non possiamo vederci, è vietato abbracciarsi. E chi è lontano resta lontano, perché non possiamo viaggiare. Ma c’è la poesia, che unisce i cuori. E se tradotta in tutte le lingue del mondo, cancella anche le distanze. Come è accaduto con “Parliamo con gli occhi”, che in pochi mesi è diventata una sorta di inno multilingue (dall’Italiano all’Afrikaans, fino alla lingua dei Nativi Canadesi) che abbraccia il mondo proprio quando il mondo stesso non può farlo. Un piccolo grande miracolo in piena pandemia, che si è presto trasformato in un progetto intitolato, non a caso, “La poesia abbraccia il mondo”. (more…)


cnmng.ca ***This project is made possible in part thanks to the financial support of Canadian Heritage;
and Corriere.ca

“The content of this project represents the opinions of the authors and does not necessarily represent the policies or the views of the Department of Heritage or of the Government of Canada”