Culture Italian News Updates World News

Il Premio Penisola Sorrentina a Sonia Nassery Cole

NEW YORK – Sonia Nassery Cole (nella foto), regista e attivista newyorkese di origine afghana, vince la sezione “Cinema e Diritti Umani” della ventiseiesima edizione del Premio Penisola Sorrentina, promosso dal Comune di Sorrento con il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Campania.

Cole vince il prestigioso riconoscimento per il film “I am you”, che racconta l’Afghanistan come un Paese lacerato da una guerra che dura da vent’anni e da una dittatura tirannica esercitata dall’Isis.

Terra invivibile e desolata, terra segnata da conflitti. Al giovane protagonista Massoud, nato e cresciuto in Afghanistan, dopo aver assistito al massacro del padre, non resta che fuggire: insieme ad altri profughi, tra cui una donna incinta (simbolo di speranza e di vita), attraverserà diversi paesi per raggiungere l’ Europa.

“I Am You” è una suggestiva rappresentazione della resistenza di tutti coloro che sono costretti a fuggire in cerca di nuova speranza.

Il premio alla produttrici e regista di origini afghane verrà consegnato a New York da Valeria Altobelli, attrice e attivista che rappresenterà ufficialmente l’Organizzazione e che parteciperà alla cerimonia italiana di investitura, in programma a Sorrento il 23 ottobre.

“Ringrazio l’organizzazione del Premio Penisola Sorrentina per il riconoscimento dato al mio “Io sono te”. Si tratta di un premio che arriva dalla regione Campania, dall’Italia: un paese europeo che amo profondamente e dove spesso mi reco”, commenta la Cole.

Leave a Reply


cnmng.ca ***This project is made possible in part thanks to the financial support of Canadian Heritage;
and Corriere.ca

“The content of this project represents the opinions of the authors and does not necessarily represent the policies or the views of the Department of Heritage or of the Government of Canada”