Day: 23 November 2022

Canada Economy English Featured News Updates Ontario Politics Toronto

“More powers to the mayor, a boomerang for the City”

TORONTO – An absolute “first” for Super-Tory, today, in the City Council for the assembly that inaugurated the new mandate after the last municipal elections. John Tory once again occupies the Mayor’s seat, but this time with the new powers assigned to him by legislation wanted by the provincial government to speed up the construction of new houses. (more…)

Culture Italian World News

Nota Design: gigantismo asiatico

La Statua dell’Unità qui sopra raffigura il politico indiano, Vallabhbhai Patel, capo del movimento d’indipendenza indiano. Collocata nei pressi di Rajpipla, un modesto comune dell’India centro-occidentale, è in assoluto la statua più alta del mondo. Inaugurata nel 2018, misura 182 metri dai piedi fino alla cima della testa. Per fare un paragone, la Statua della Libertà di New York è alta 46 metri – non contando il basamento – e il Cristo Redentore di Corcovado, a Rio de Janeiro, è alto 30 metri, più o meno come doveva essere il Colosso di Rodi, una delle sette meraviglie del mondo antico… Read More in Corriere Canadese >>> 

Canada Italian News Updates Politics World News

“Trudeau, qual è la verità sul caso Cina?”

TORONTO – Il comportamento di Justin Trudeau nel caso Cina “o non è onesto o non è molto trasparente. Quale dei due?”: a chiederlo sono le opposizioni che ritengono insufficiente e tardiva la risposta del primo ministro in merito alle presunte interferenze cinesi nelle elezioni federali del 2019. Interferenze che sono state il motivo di scontro fra lo stesso Trudeau ed il presidente cinese Xi Jinping al G20 di Bali e sulle quali, poi, l’altro ieri il primo ministro ha dichiarato di non aver mai ricevuto alcuna informazione ufficiale da parte dell’intelligence canadese… Read More in Corriere Canadese >>> 

Canada Italian News Updates Politics

“Era diventato quasi impossibile far rispettare la legge a Ottawa”

TORONTO – La decisione di attivare la legislazione d’emergenza lo scorso febbraio non venne presa a cuor leggero, ma il governo aveva capito che nel centro di Ottawa non c’era più la possibilità di far rispettare la legge. È questa la tesi sostenuta ieri da Marco Mendicino (nella foto sopra) durante la sua testimonianza alla commissione pubblica d’inchiesta sull’Emergencies Act di Ottawa. Il ministro della Pubblica Sicurezza, durante la deposizione, incalzato dagli avvocati, ha fornito la sua ricostruzione di quei giorni frenetici che accompagnarono la protesta del Freedom Convoy contro gli obblighi vaccinali fino alla decisione dell’esecutivo di attribuire poteri speciali alla polizia e alla magistratura per uscire dalla crisi… Read More in Corriere Canadese >>> 


cnmng.ca ***This project is made possible in part thanks to the financial support of Canadian Heritage;
and Corriere.ca

“The content of this project represents the opinions of the authors and does not necessarily represent the policies or the views of the Department of Heritage or of the Government of Canada”